Torta gelato golosa e naturale 100%!

Quanto è bello aprire il freezer tornando a casa al pomeriggio, accaldati e affamati...e trovare una deliziosa torta gelato che ci aspetta?

E se poi questa torta oltre ad essere buonissima..fosse anche salutare e nutriente?

Allora sarebbe proprio il TOP!! :)

Ecco allora per te una ricetta di torta molto semplice, fatta con pochi ingredienti naturali.

La classica torta gelato crudista...con qualche rivisitazione e aggiunta estemporanea delle mie :)

torta-crudista-mandorle-mirtilli.JPG

Le torte gelato crudiste  o "raw" sono molto simili alle cheesecakes e alle crostate per alcuni versi, ma la loro tipicità è di essere composte solo da alimenti vegetali e crudi.

 In genere, sono composte da una base, fatta di frutta secca oleosa e frutta essiccata (es. mandorle e datteri) e da alcuni strati di frutta congelata, amalgamata con olio di cocco o altri ingredienti.

Allora, sei curioso di conoscere come è fatta la mia? :)

Ingredienti:

per la base

- 8 Datteri Medjoul denocciolati

- 200g di okara di mandorle attivate (spiegazione nel procedimento!)

- 2 C di malto di riso (oppure  nettare d'agave raw per la versione 100% crudista)

Per il primo strato

5 banane

2 C di olio di cocco extravergine spremuto a freddo

- 1 C di farina di polpa di carrube 

Per il secondo strato

- 1 avocado

- 2 C di olio di cocco extravergine spremuto a freddo

- 2 C di farina di polpa di carrube

Procedimento:

Per preparare questa torta ti serviranno i seguenti utensili:

- 1 mixer potente

- 1 estrattore di succhi

- una tortiera con bordo laterale apribile, del diametro di 24 cm

- un pò di pazienza meditativa :))

Per prima cosa, metti in ammollo le mandorle in una vaschetta con abbondante acqua. 

Considera che dovranno stare in ammollo 8 ore, per cui, se vuoi aver pronta la torta per l'ora di pranzo, metterai in ammollo le mandorle la sera precedente, altrimenti lo farai al mattino per avere pronta la torta la sera. Infatti, la torta dovrà poi stare in freezer per almeno 4-5 ore a solidificarsi, prima di poter essere servita.

Questo passaggio è molto importante e non va tralasciato, per due motivi:

- le mandorle ammollate sono più morbide e si prestano meglio alla preparazione della base

- l'ammollo rende le mandorle "attivate", cioè più digeribili e fa si che siano più disponibili all'assorbimento intestinale i suoi preziosi nutrienti: aminoacidi, minerali come il calcio.

Questo perchè l'ammollo permette di lavare via i fitati e gli ossalati, composti presenti nella parte esterna delle mandorle che riducono l'assorbimento intestinale dei minerali. Quindi, ti raccomando di sciacquare abbondantemente le mandorle dopo l'ammollo e di metterle a scolare in uno scolapiatti per qualche minuto.

Adesso devi ottenere "l'Okara" di mandorle, ossia la polpa delle mandorle, quello che rimane dopo averle passate nell'estrattore. 

Infatti, con questa ricetta, oltre alla torta otterrai anche più di un litro di fresco e super naturale latte di mandorla! 

Ti basterà versare le mandorle nell'estrattore alternandole a circa 900ml-1L di acqua...etvoilà! Latte di mandorla pronto, da conservare in bottiglia di vetro in frigo fino a 2-3 giorni.

Ottenuta l'okara, ti serve il mixer, per creare la base della torta: lascia da parte uno-due cucchiai al massimo di okara, ed il resto versalo nel mixer insieme ai datteri e al malto di riso: frulla ad alta velocità fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versa l'impasto nella tortiera e, come fosse la base di una crostata, stendilo omogeneamente con le mani, fino ad occupare tutta la tortiera. lascialo rassodare in freezer per 30 minuti.

Nel frattempo, prepara il primo strato della torta: metti nel mixer 5 banane tagliate a pezzi insieme all'olio di cocco e alla farina di polpa di carrube e frulla il tutto. Trascorsi i 30 minuti, versa il primo strato sulla base della torta, stendendolo in modo omogeneo con l'aiuto di un leccapentole e rimetti in freezer a rassodare per altri 30-40 minuti.

Infine, prepara il secondo strato con l'avocado, con gli ingredienti necessari e dopo i 30-40 minuti necessari a far rassodare il primo strato, versaci sopra il composto ottenuto. Puoi raddoppiare le dosi di questo strato se lo vuoi più alto. 

Adorna la torta con qualche frutto di bosco e l'okara di mandorle che avevi tenuto inizialmente da parte e riponi il tuo squisito dolce in freezer per almeno 4-5 ore.

Prima di servire la torta gelato, tirala fuori dal freezer una mezz'oretta, per farla ammorbidire.

torta-crudista.jpg

Insomma, con la preparazione di questa torta avrai anche guadagnato una ottima esercitazione di mindfullness! :)

Una vera e propria pratica di consapevolezza meditativa alimentare...imparare a coltivare la pazienza e mantenere la presenza mentale, gustando il tuo dolce con gli occhi, con il cuore e con il pensiero, ancora prima che con le papille gustative!

torta-crudista.jpg

Ma scommetto che ti sarai chiesto: perchè una torta crudista? Quali sono i suoi benefici?

- prima di tutto, nessun utilizzo di alimenti cotti. Il che in Estate è un vantaggio, considerate le alte temperature...e soprattutto ti permette di consumare cibi più ricchi di vitamine e nutrienti che andrebbero parzialmente persi e inattivati dalla cottura.

- A parte la piccola quantità di malto o agave che ho usato in questa ricetta, in pratica gli zuccheri di questo dolce sono 100% provenienti dalla frutta, mescolati alle fibre, il che vuol dire basso indice glicemico e sazietà molto veloce!

Prova questa torta e vedrai come con solo una fettina ti sentirai sazio per ore ed ore!! Niente sciroppo di glucosio-fruttosio, saccarosio o altri zuccheri raffinati che sovraccaricano il pancreas, stimolandolo in un massivo rilascio di insulina con conseguenti forti sbalzi glicemici. La sazietà ed il rilascio lento di zuccheri nel sangue sono favoriti anche dalla presenza dei grassi buoni della ricetta.

Leggi anche la mia ricetta del gelato crudista qui

- utilizzo di grassi buoni: la frutta secca oleosa (mandorle) contiene grassi insaturi che fanno bene al cuore: niente panne, margarine, olio di palma o grassi trans. piccole quantità di olio extravergine di cocco, al contrario di quello che si potrebbe pensare, sono benefiche poichè l'olio di cocco contiene acidi grassi saturi ma a media catena, che sono stati associati in diversi studi scientifici a riduzione del giro vita e del grasso addominale.

- ricchezza in fibre, sali minerali, vitamine antiossidanti: in una porzione di questa torta trovi un concentrato di nutrienti salutari: i datteri sono tra gli alimenti anti-age per eccellenza, le banane sono ricche di potassio, le mandorle di calcio e magnesio...oltre ad antiossidanti protettivi per la salute cardiovascolare e per contrastare lo stress ossidativo.

Insomma, una fettina (la parola d'ordine è, come in tutte le cose, MODERAZIONE!...anche se lo so, con un dolce così, è difficile trattenersi...e infatti io non lo faccio :)) di questo dolce è un toccasana per la tua salute ed una merenda nutriente e soddisfacente per il piacere del buon cibo, allo stesso tempo.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto, spero che già oggi andrai a comprare gli ingredienti per questa torta e la preparerai...fammi sapere come ti è venuta e quanto era buona! :)

E, se ti fa piacere, metti un like all'articolo e condividi la mia ricetta! Grazie e alla prossima!

 

 

-