Gestire lo stress nel qui ed ora

Gestire lo stress non è facile in un mondo in cui si è bombardati dalla necessità di fare e correre, di essere veloci ed efficienti, di sottostare a regole e ritmi imposti, di avere a che fare con situazioni e persone che non sono in sintonia con il nostro essere...Eppure la vita è anche questo. Sarebbe facile stare bene su un eremo, magari di fronte al mare e il cielo azzurro. Ma la vita ti mette a contatto con difficoltà, sfide, delusioni... tutte prove che ti rafforzano e ti fanno crescere. 

II problema è che quando i livelli di stress permangono alti per molto tempo, conducono a condizioni di stanchezza cronica, insonnia, disturbi intestinali, abbassamento delle difese immunitarie, infiammazione...

Ma se non puoi evitare le condizioni stressanti isolandoti su un eremo??? cosa puoi fare?

descarga.jpg

Il segreto è imparare ad affrontare in modo diverso le situazioni che potrebbero generare stress. Tutto dipende dal TUO approccio alla vita e a quello che ti circonda. Dal tuo personale modo di interpretare la realtà, di reagire alle difficoltà e ai problemi (sarebbe utile non chiamarli "problemi" e "difficoltà", ma piuttosto "sfide"). Si parla di aumentare la "RESILIENZA".

Se ad esempio sei costretto a stare a stretto contatto con persone nervose ed aggressive, invece di farti contagiare, impara ad osservarle con compassione: molto probabilmente si tratta di persone che non sono capaci di gestire ed elaborare le loro emozioni, scaricandole in modo inconsapevole sugli altri, per alleggerire il loro carico emotivo. 

Potrebbe essere per te una prova per migliorare e coltivare la non violenza, la comunicazione empatica e l'assertività, magari dando un aiuto sostanziale a chi non è capace di questo.

Anche ambienti di continua lamentela e pettegolezzo possono essere fonte di stress. 

menopausa1.jpeg

La lamentela è un modo di vedere la vita che denota pessimismo ed ingratitudine per la vita; al contrario, imparare a ringraziare ed avere un atteggiamento ottimista ti permetterà di attirare situazioni positive di cui essere costantemente grato. Tutto dipende da come guardi la vita. Anche in situazioni apparentemente negative, c'è sempre un motivo per il quale ringraziare. Tutto ha un senso, che ha lo scopo di permetterti di migliorarti ed evolvere. 

Ovviamente, alimentare la lamentela non farà che ingigantire situazioni conflittuali e stressanti. Quindi una strategia molto efficace è quella di stopparle, evitando di prenderne parte, soprattutto mentre stai consumando un pasto. Mentre mangi, piuttosto, focalizzati sulla bontà del tuo cibo e ringrazialo perchè ti permette di mantenerti in vita.

Mangiare senza nemmeno accorgerti di quello che  butti nello stomaco, magari accompagnato da discorsi disturbanti, è il modo peggiore perchè quel cibo sia davvero nutriente e ben digerito.

Una strategia utile per gestire lo stress è crearti uno spazio di benessere a casa: un angolo di meditazione, una zona dove praticare yoga, ascoltare della musica rilassante: ti consiglio la musica a 432 Herz e le campane tibetane, capaci di migliorare la coerenza cerebrale, quindi il senso di calma e concentrazione, riducendo lo stress. 

images (1).jpg

Pratica tutti i giorni delle tecniche di respirazione al mattino al risveglio e prima di dormire: ad esempio la respirazione 5:5 (5 secondi inspira e gonfia la pancia a palloncino; 5 secondi espira fino a retrarre il più possibile l'ombelico), oppure la respirazione a narici alternate, una tecnica pranayama molto efficace per riequilibrare il sistema nervoso autonomo e i due emisferi cerebrali. Anche nei momenti di pausa al lavoro potresti approfittare di qualche minuto di respirazione consapevole per ricentrarti.

Insomma, se vuoi vivere meno stressato, impara a cambiare tu...e vedrai cambiare il mondo intorno a te. 

descarga (1).jpg

Come diceva Gandhi: "sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo".