Supercibi o Superfoods: questi sconosciuti

Spesso ancora poco conosciuti, esistono alimenti chiamati "superfoods" o "super-alimenti", caratterizzati dal fatto di racchiudere in sé un concentrato di sostanze benefiche in piccole quantità. 

Vediamo insieme alcuni di questi superfoods:

- Bacche di Acai: piccole bacche viola che crescono nella foresta amazzonica, si trovano in commercio sottoforma di polvere liofilizzata a freddo (crioessiccamento), che garantisce la preservazione dei suoi preziosi nutrienti. Sono fonte di calcio, ferro, potassio e fibre ma soprattutto di antiossidanti. Può essere usata per frullati e golosi milkshake.

Aswagandha o Withania somnifera: pianta curativa conosciuta anche come ginseng indiano è molto utilizzata nella medicina ayurvedica. Ha funzione "adattogena" cioè aiuta a contrastare lo stress psico-fisico ed il surmenage mentale nei periodi di studio intenso, in caso di difficoltà di concentrazione e stanchezza. Si trova in commercio sia sottoforma di integratori che di polveri da aggiungere in cucina. 

Farina di polpa di carrube: deriva dalla macinazione dei semi della carruba, una leguminosa unica nel suo genere per il sapore dolce caratteristico molto simile a quello del cacao, ragion per cui viene spesso utilizzata come suo sostituto in caso di intolleranza. E' una ricca fonte di fibra, con effetto di regolarizzazione dell'alvo, riduzione del colesterolo e della glicemia nel sangue; è inoltre una buona fonte di ferro e calcio. In cucina viene mescolata spesso al cacao, ricco di magnesio, in modo da ottenere una sinergia tra calcio e magnesio, minerali entrambi necessari per un corretto mantenimento della densità minerale ossea.

Erba di grano: si tratta dei germogli giovani della pianta di grano tenero, tagliati nel periodo della loro massima crescita. In tale fase infatti il livello di nutrienti è al massimo. Fonte di calcio e ferro altamente biodisponibili, grazie alla ricchezza di clorofilla ha un effetto depurativo profondo, stimola la rigenerazione dei globuli rossi e l'ossigenazione tissutale. Utile in caso di anemia da carenza di ferro, stati di astenia e tossicosi croniche. Anche l'erba di grano si può assumere sottoforma di polvere o integratore in capsule a seconda della necessità.

Radice di maca: pianta conosciuta anche come "ginseng delle Ande", nasce spontaneamente nelle terre del Perù e della Bolivia. Ha un effetto tonico-energizzante ed afrodisiaco, grazie anche alla ricchezza di vitamina B6 che contribuisce alla regolazione dell'attività ormonale e di zinco, sostegno per la fertilità e la riproduzione. La sua polvere dorata ha un sapore dolce vanigliato, che rende molto gustosi frullati e milkshake di frutta.