Il benessere come stile di vita: consigli pratici

Quali sono le fondamenta principali di uno stile di vita incentrato sul benessere?

Ossigenarsi e quindi respirare correttamente, mangiare alimenti che  nutrono profondamente, idratarsi abbondantemente e muoversi quotidianamente.

L'ossigeno è fonte di vita: se hai mai provato a smettere di respirare, ti sarai accorto che non puoi restare in apnea più di alcuni secondi o minuti (a meno che tu non sia un campione di apnea!). E questo perchè l'ossigeno è fondamentale per vivere, come l'acqua. Si può stare anche mesi senza mangiare, ma non senza bere o respirare. La domanda di ossigeno è di circa 3,5 ml x kg di peso al minuto cioè, per un soggetto di 70 kg, ben 352,8 litri al giorno!

L'ossigeno è fondamentale per produrre energia nei mitocondri sottoforma di ATP (adenosintrifosfato): grazie al ciclo di Krebs e alla catena respiratoria mitocondriale, i nutrienti (carboidrati, grassi e proteine se necessario), possono venire ossidati completamente.

Oggigiorno siamo tutti sempre più di corsa e stressati, ansiosi, nervosi, viviamo al chiuso, spesso fumiamo e pratichiamo scarsa o nulla attività fisica nel verde dei boschi e questo conduce a scarsa ossigenazione, anche a causa di un tipo di respirazione, tipica dei soggetti ansiosi e stressati, detta "superficiale": l'addome ed il diaframma sono costantemente semi-bloccati ed il respiro si fa prevalentemente toracico. Questo modo di respirare riduce notevolmente la quantità di ossigeno che entra dai nostri polmoni, conducendo, nel tempo, ad uno stato di ipossiemia, cioè di carenza di ossigeno nelle cellule. Già molti anni fa Warburg aveva dimostrato l'importanza di una corretta ossigenazione a livello cellulare e tissutale e di come una scarsa ossigenazione cronica fosse implicata nello sviluppo di acidosi tissutale, infiammazione, aumento dei radicali liberi (ROS) con stress ossidativo e sviluppo del cancro.

Anche un ipotiroidismo, causando rallentamento metabolico, genera un cattivo utilizzo di ossigeno cellulare, con ridotta produzione di calore (termogenesi), del consumo di grassi ed aumento del peso corporeo. Gli adipociti bruni, infatti, sono le cellule adipose deputate a bruciare gli acidi grassi, in particolare gli acidi grassi saturi: la loro funzionalità dipende da validi livelli di ormone attivo tiroideo T3 ed adrenalina.

Come puoi incrementare l'ossigenazione cellulare?

Esistono numerose tecniche di respirazione per migliorare l'ossigenazione, molte di queste sono di origine orientale (come al solito la saggezza orientale conosce già da millenni i segreti della salute...), ad esempio il Pranayama, il Qi gong, il Rebirthing, la biorespirazione, il training autogeno, la respirazione diaframmatica consapevole, lo yoga.

Con queste ed altre tecniche di respirazione è possibile ridurre notevolmente e riequilibrare problematiche come ansia, stress, insonnia, asma, coliche addominali, tensioni muscolari. Basterebbe che ti regalassi una pratica giornaliera di 10 minuti al giorno per migliorare il tuo ricambio di aria a livello muscolare e cellulare profondo, portando via al contempo tutte le scorie acide accumulate.

Tutte queste tecniche si potenziano se vengono eseguite all'aria aperta, grazie alla ricchezza di ossigeno fornita dalle amiche piante, il cui contatto giornaliero favorisce anche un senso di pace profondo e benessere psichico, radicamento e sicurezza interiori. Inoltre favorirai anche la sintesi di vitamina D che, ormai è risaputo, non è solo una vitamina necessaria per il benessere di ossa e denti, ma un vero e proprio ormone con funzioni antidepressive, anticancro, antiage, antidiabetiche e di stimolo immunitario.

Se alla tua tecnica di respirazione gionaliera aggiungerai delle camminate meditative in silenzio di 30 minuti nel bosco o in aree verdi, allora avrai fatto un passo in più verso il tuo benessere: attività fisica giornaliera, movimento per i tuoi muscoli ed il tuo sistema linfatico-venoso.

Quando seguire i tuoi passi, il ritmo del respiro, il battito del tuo cuore ed i suoni della natura diverranno un tutt'uno, piano piano diventerai sempre più bravo a svuotare la mente dai pensieri e potrai sperimentare la bellezza ed i benefici di una vera e propria meditazione camminata, secondo gli insegnamenti del grande maestro Tich Nath Han.

Nutrirsi è molto diverso dal semplice atto del mangiare: implica la consapevolezza della scelta di quello che introduci giornalmente nel tuo corpo, se scegli alimenti spazzatura e cibi industriali, raffinati, calorie vuote, oppure alimenti vivi e naturali, densi di nutrienti rivitalizzanti, minerali organici. Chiaramente quello che il tuo corpo e la tua salute ti rimbalzeranno sarà ben diverso nei due casi. Se già imparassi a masticare e gustare ogni singolo boccone per 10-15 volte, ascoltando la tua fame reale, dandogli un punteggio e cercando di darle un nome o associarla all'emozione che stai sentendo nel mettere il cibo alla bocca, staresti già facendo un passo avanti verso la tua consapevolezza alimentare. Ricordati di bere almeno 2 Litri di acqua al giorno, possibilmente pura, ricca di ossigeno e minerali ionizzati per idratare e ripulire quotidianamente le tue cellule. L'ideale sarebbe bere acqua alcalina ionizzata e prendere il resto dell'acqua da vegetali e frutta crude con almeno 5 porzioni al giorno di questi alimenti.

Se scegli di amare il tuo corpo e dedicarti al tuo benessere, vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Molto spesso è solo quando stai davvero male, quando arrivi al limite, è li che trovi la spinta per cambiare vita...ma a volte purtroppo è tardi. Non sarebbe  meglio evitare di toccare il fondo e prevenire quando sei ancora in tempo?

Spero di averti aiutato a riflettere un pò sulla tua vita e magari averti instillato dei semi per un cambiamento positivo.