Depurazione post-natalizia: ecco come fare

Se hai voglia di depurazione dopo le festività natalizie, l'ideale sarebbe alimentarti per almeno un giorno o due a base di sola frutta e verdura crude e tanti liquidi sottoforma di acqua, estratti, tisane, infusi.

Grazie alla ricchezza di acqua, antiossidanti, vitamine, minerali, enzimi vitali e fibre, frutta e verdura crude aiutano il lavoro degli “emuntori” cioè degli organi deputati all'eliminazione delle tossine: fegato, reni, intestino, polmoni, pelle.

Che ne dici di cominciare dalla colazione?

La colazione è il momento della giornata in cui serve maggiore carica, quindi l'ideale sarebbe alimentarsi di frutta dolce, ad esempio banane, cachi, melone, papaya.

Sarebbe meglio non mescolare la frutta dolce con la frutta acida o semi acida, per evitare fermentazione intestinale e, ancora meglio, non mescolare i vari tipi di frutta dolce. Puoi ad esempio decidere di fare colazione con 3, 4, 5 banane o con 1, 2 papaye.

Mangia fino a quando ti senti sazio, imparando ad ascoltare i bisogni del tuo corpo; in questo senso, nutrirsi con consapevolezza, gustando ogni singolo boccone, è fondamentale.

E allora, visto che si parla di papaya, andiamo a vedere qualcosa di più di questo delizioso frutto tropicale.

La papaya fa parte della famiglia delle Caricacee; il clima ideale per la crescita della papaya è il caldo umido. Il suo colore, verde quando ancora acerba, diventa giallo quando matura.

La papaya è ricca di acqua (circa l'85%) e, per la quota rimanente, principalmente di carboidrati sottoforma di zuccheri semplici, vitamine (in particolare vitamine C, E e provitamina A) e minerali (magnesio, calcio, fosforo, ferro).

La ricchezza in vitamine C ed E ne fa quindi un frutto dalle importanti proprietà antiossidanti, mentre la provitamina A aiuta a proteggere le mucose e gli epiteli.

Ma la caratteristica forse più importante della papaya è quella di essere un frutto curativo per l'intestino: dopo le feste molto spesso si accusano problemi digestivi a livello gastrico ed intestinale a causa degli stravizi, dell'abuso di alcolici e delle errate combinazioni alimentari; la papaya contiene un enzima, chiamato papaina, dal potente effetto digestivo, simile a quello dei succhi gastrici. 

Per queste proprietà della papaya oggi è possibile reperire in commercio numerosi integratori a base di papaya fermentata: la fermentazione ne arricchisce infatti ulteriormente le sue capacità digestive, venendo in aiuto in tutti i casi di dispepsia, disbiosi intestinale, stitichezza e diarrea, regolando il transito intestinale.