Zucca cruda marinata: hai mai provato?

La marinatura è una tecnica che si utilizza generalmente per ammorbidire ed insaporire i cibi e/o al posto della cottura. Può essere infatti utilizzata sia per gli alimenti cotti che crudi.

La cucina crudista utilizza moltissimo tecniche come la germinazione, la fermentazione e anche la marinatura nella lavorazione degli alimenti, per arricchirne il contenuto in nutrienti ed enzimi vitali e renderli più digeribili ed assorbibili dall'organismo.

La marinatura permette di ammorbidire le verdure crude, che potranno così essere consumate, dopo esser state tagliate molto sottili (l'ideale sarebbe con l'affettatrice, ma anche con attrezzi semplici come quelli per tagliare a spirale), nella loro forma più vitale possibile.

Come si fa una marinatura?

Gli ingredienti di base sono fondamentalmente:

1) una componente acida: es. aceto, aceto di mele, limone, nama shoyu (salsa di soia probiotica cruda)

2) una componente oleosa: l'ideale è l'olio extravergine di oliva

3) delle spezie per insaporire

I tempi di marinatura variano a seconda che si debbano marinare cibi cotti (per i quali i tempi variano da mezz'ora per le verdure a 4-6 ore per le carni) o cibi crudi, nel qual caso in genere servono 24-36 ore.

Io, personalmente, vi consiglio di utilizzare l'aceto di mele piuttosto che il classico aceto. Mentre, infatti, l'aceto tradizionale è molto acidificante e spesso "colorato" con caramello ed altri additivi per aumentarne la palatabilità, l'aceto di mele è alcalinizzante ed essendo fermentato, come molti altri alimenti fermentati utilizzati nella cucina crudista, aiuta a fortificare la flora intestinale.

Eccovi un'idea per utilizzare le vostre verdure marinate: visto che siamo in Autunno, elogio della zucca, non potevo che utilizzare questo delizioso ortaggio, ricco di caroteni, energetico grazie alla ricchezza in carboidrati e dalle interessanti proprietà sedative e calmanti per il sistema nervoso.

Ho tagliato il più sottilmente possibile la zucca e l'ho messa a marinare per 24 ore con: 

- 2 cucchiai di olio extravergine di oliva

- 2 cucchiai di aceto di mele

- 1 cucchiaino di condimento eoliano (peperoncino, aglio secchi, origano)

E' fondamentale che gli alimenti siano sempre ben coperti omogeneamente dalla marinata.

Trascorse 24 ore la si può consumare a piacimento. Io l'ho servita all'interno di crepes vegan a base di farina integrale di grano saraceno

Buon appetito!