Spezzatino di soia e verdurine miste

Oggi parliamo di alcune proprietà della soia e di bistecche di soia sgrassata e ristrutturata. Cosa sono? Come si mangiano?  

Si tratta di farina di soia trattata mediante il processo industriale di estrusione: i fagioli di soia vengono trattati ed essiccati, assumendo una consistenza spugnosa che a prodotto cucinato diventa molto simile a quella della carne.

I fagioli di soia vengono sgusciati ed il loro olio è estratto prima di essere ridotti in farina. La farina viene poi mescolata all'acqua ed il residuo viene strutturato attraverso il metodo dell'estrusione.

Tale processo consiste nel far passare il residuo di soia riscaldato da un'area ad alta pressione ad un'area a pressione ridotta, utilizzando una trafila e provocando così l'espansione della proteina di soia.

Questa viene poi disidratata ed eventualmente tagliata a pezzetti o ridotta in granuli. Mediante l'estrusione vengono prodotti dei surrogati di buona qualità della carne. Quali sono i valori nutrizionali delle bistecche di soia? 

Kcal 320, proteine 52g, carboidrati 20g, grassi 3g, di cui saturi 0,5g, fibra 16g, sodio 0,52g.

Per cucinare le bistecche o il granulare di soia (quest'ultimo ad esempio si presta alla preparazione di ottimi ragù vegetali) basta reidratare il prodotto, per un tempo che va dai 20 minuti per il granulare ad un ora per le bistecche, successivamente bisogna scolare e strizzare bene la soia e cucinarla come si desidera. Tieni conto che con 300g di spezzatino di soia disidratato si ottengono circa 8-10 porzioni. Il sapore è molto delicato per cui si può condire con molte spezie a piacimento per dare più gusto (ad esempio curcuma, timo, origano, gomasio, alghe secche, sale marino integrale).

La soia è una leguminosa che contiene tutti gli aminoacidi essenziali; grazie al suo ottimo pattern proteico, viene utilizzata anche in nutrizione clinica nella composizione di integratori alimentari e sacche nutrizionali in sostituzione delle proteine del siero del latte e della caseina.

La soia inoltre contiene isoflavoni, fitocomposti vegetali ad azione ormonale simil-estrogenica, capaci di modulare e bilanciare le condizioni di iperestrogenismo come anche sopperire alla carenza di estrogeni nel periodo della menopausa. Gli isoflavoni inoltre hanno anche potente azione antiossidante ed anticancro.

Il consumo di soia va tenuto sotto controllo nelle persone che soffrono di ipotiroidismo e sono in terapia farmacologica con levotiroxina; la soia infatti potrebbe ridurre l'assorbimento intestinale della levotiroxina, pertanto si consiglia di distanziare l'assunzione di soia e derivati di almeno 4 ore dalla terapia con levotiroxina (al mattino appena svegli, 30 minuti prima di colazione).

Ed eccomi adesso pronta a regalarti una ricetta a base di bistecche di estruso di soia, così puoi mettere immediatamente in pratica i miei consigli e gustarti un delizioso spezzatino...tutto vegetale! Quando i miei amici hanno assaggiato le bistecche di soia davvero non potevano immaginare fossero così buone e così simili alla carne...adesso anche loro le tengono sempre in dispensa e ci vanno matti! E io mi sento soddisfatta di essere riuscita a ridurre il loro consumo di carne rossa.

Ingredienti (1 persona):

Bistecche di soia sgrassata e ristrutturata 30g

broccoli 70g

1 piccola patata

4-5 pomodorini ciliegini  

1/2 cipolla

2-3 olive in salamoia

olio extravergine di oliva 2 C

1 pizzico di sale marino integrale e 1 cucchiaino di gomasio alle alghe per insaporire

Procedimento:

Tenere ammollo le bistecche di soia per 20 minuti in abbondante acqua. Poi scolare e strizzare bene il prodotto così reidratato. Tagliare a listarelle di circa 1 cm su un tagliere e disporre in una padella antiaderente dove avremo messo ad insaporire la cipolla con l'olio evo. Quando l'olio è caldo saltarvi le bistecche di soia affettate, rimestare qualche minuto a fiamma media, successivamente aggiungere il resto delle verdure, unendo i pomodori per ultimi. Aggiungere un pò d' acqua per allungare il tutto, speziare e lasciar andare a fiamma bassa per una ventina di minuti.

Buoni esperimenti culinari....salutari.